IL PROGETTO

Le regole della Rete è un progetto sulla cultura digitale.

Si parte da un libro, edito da Hoepli, che attraverso una panoramica sulle questioni più rilevanti che riguardano il mondo online, si prefigge come obiettivo quello di fornire gli strumenti per un utilizzo corretto della Rete.

Molte vole mi viene chiesto se davvero esista un utilizzo corretto ed uno errato della Rete o piuttosto se non esista Internet e basta, senza ulteriori approfondimenti sulle modalità con cui viene impiegato.

Internet è uno strumento e, come tutti gli strumenti, è per così dire “neutro”. La declinazione positiva o negativa dipende unicamente dalle modalità concrete con le quali lo impieghiamo.

Quindi sì, esiste un modo corretto per utilizzare il web.

Non è necessario essere esperti di diritto per individuare la strada da percorrere online, è necessario unicamente essere utenti attenti e accorti.

Conoscere, informarsi e capire i meccanismi, sia tecnici che giuridici, che governano il mondo virtuale è elemento imprescindibile della nostra quotidianità.

Per navigare online è necessario acquisire quella consapevolezza digitale che ci permetta di utilizzare al meglio le opportunità che ci offre la Rete.

Quando sento dire che “internet è pericoloso” e che per questo i ragazzi devono esserne tenuti lontani mi viene da sorridere.

Internet è pericoloso se viene consentito il suo utilizzo senza una adeguata formazione.

E questo vale sia per gli adulti che per i ragazzi, per le aziende e per i privati.

Il progetto “Le regole della Rete” ha come obiettivo proprio la diffusione della cultura digitale, la formazione sia di adulti che di ragazzi e l’insegnamento dell’utilizzo corretto degli strumenti che ci offre il web.

Improvvisare, in Rete così come nella vita reale, non si può.