Media law

Il diritto d’autore dello scultore

Il diritto d’autore dello scultore è stato uno degli argomenti di cui ho parlato con la scultrice Ilaria Gasparroni, giovane artista abruzzese.

Ho avuto infatti il piacere e l’onore di visitare il suo laboratorio e di vedere dal vivo le sue meravigliose opere in marmo.

Mondo dell’arte e tecnologia si possono incontrare e possono interagire tra di loro.

Le sculture, per esempio, possono essere mostrate nonchè publicizzate attraverso gli strumenti che internet mette a disposizione di tutti gli utenti.

Social network, siti e blog ben possono essere messi a servizio anche delle opere d’arte.

Ma quali tutele prevede la normativa in vigore per uno scultore che voglia far conoscere le proprie opere anche attraverso l’utilizzo della Rete?

La legge sul diritto d’autore è una legge molto vecchia, risale addirittura al 1941, epoca in cui internet non era nemmeno ipotizzabile, quindi bisogna vedere come le norme si possano applicare ad esigenze molto diverse da quelle dell’epoca in cui è stata emanata.

Andiamo con ordine.

IL DIRITTO D’AUTORE DELLO SCULTORE E IL SITO WEB

Per quanto riguarda la realizzazione del sito che verrà utilizzato per pubblicizzare le opere si deve fare una distinzione.

Se lo scultore realizzerà personalmente il sito, curando la sistemazione della parte grafica (con utilizzo di template free o a pagamento) e i testi è evidente che i relativi diritti spetteranno allo stesso.

Nel caso in cui, invece, si affidi ad un professionista (freelance o agenzia) si dovrà far riferimento al contratto che hanno stipulato e alle clausole in esso inserite, poichè le variabili sono davvero moltissime.

Attenzione, in particolare, al caso in cui realizzazione del sito e gestione dello stesso siano affidate a soggetti diversi. In questo caso si dovrà fare riferimento ad entrambi i contratti.

 

LE IMMAGINI E IL LORO UTILIZZO

Le immagini che ritraggono le opere dello scultore meritano un discorso a parte.

A seconda dell’autore e dell’utilizzo che ne varrà fatto ci sono alcuni elementi da tenere presente.

Si deve infatti separare ciò che viene ritratto dalla fotografia in sè considerata.

Se si tratta di immagini da utilizzare per il proprio sito è probabile che ci si affidi ad un fotografo professionista.

In questo caso sarà il contratto tra fotografo e scultore a stabilire i diritti di ciascuno e la proprietà delle immagini.

Attenzione: nel caso in cui lo scultore voglia l’esclusiva deve acquistare anche i file e inserire nelle clausole l’obbligo di cancellazione da parte del fotografo dei file e, comunque, il divieto di utilizzo delle immagini.

Ovviamente queste clausole prevederanno un corrispettivo, o in ogni caso un aumento del prezzo, ma tuteleranno maggiormente lo scultore.

Nessun problema, invece, se le immagini dovessero essere scattate direttamente dell’autore delle opere ritratte.

Diverso, invece, il problema relativo alla pubblicazione delle foto scattate da terzi sui social network o su un sito diverso.

Scultura in marmo

IMMAGINI SUI SOCIAL NETWORK E IL DIRITTO D’AUTORE DELLO SCULTORE

Fotografare una scultura e postarla online è sempre ammesso?

Dipende dall’artista e da cosa decida lo stesso di fare.

Lo scultore può infatti non solo può vietare che le sue opere vengano fotografate e che le immagini vengano divulgate, ma può chiedere il pagamento di un corrispettivo nel caso in cui venisse concessa la possibilità di fotografare le singole opere.

Se visitate ad esempio un laboratorio artistico dovete ottenere l’autorizzazione sia a scattare le foto che a pubblicarle, specificando il luogo e le modalità di pubblicazione.

Ovviamente meglio avere un’autorizzazione scritta, per avere la prova del rilascio.

Non è necessaria alcuna formalità, quindi anche poche righe possono essere sufficienti.

Qualora mancassero le relative autorizzazioni, quindi, la pubblicazione non sarebbe lecita.

Se vuoi approfondire l’argomento puoi leggere il mio ultimo libro “Le regole della Rete. Come tutelare i propri contenuti online” edito da Hoepli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *